You are here: Home » Aziende » MBA. Meglio un corso in Italia o all’estero?

MBA. Meglio un corso in Italia o all’estero?

Per specializzarsi in un qualsiasi settore che si orienta al mondo dell’internazionalizzazione è utile frequentare un master Mba. Esistono in Italia alternative valide che, al pari dei corsi all’estero, offrono lezioni in lingua straniera e stage in aziende di successo.

Perché seguire un Master Mba?

BBS master a bolognaIscriversi a un master Mba, per un professionista che desidera specializzarsi nel proprio settore o per un giovane appena uscito dall’università, è una scelta responsabile che deve essere percepita come un investimento – culturale ed economico – per il proprio futuro. Bisogna, quindi, valutare con attenzione le alternative e, soprattutto se si sceglie un indirizzo internazionale, capire se è consigliabile un master in Italia o all’estero. Una visione strategica del proprio futuro che va ben oltre le materie che saranno oggetto di studio ma che è influenzata dagli obiettivi perseguiti dall’aspirante corsista e dalla specializzazione che si desidera scegliere.

Mba in international business: bisogna seguirlo necessariamente all’estero?

Non sempre è indispensabile scegliere tra “l’Italia” e “l’estero” perché, con un’attenta valutazione delle alternative, è possibile ottenere il meglio di entrambe le alternative in un ristretto arco di tempo. La pianificazione del migliore percorso di studio e di formazione all’Mba, infatti, è la prima strategia aziendale che l’allievo – e futuro manager – deve mettere a frutto. Quella che bisognerà fare, dunque, è una pianificazione dei costi e dei benefici e, ancora più importante, rispettare gli impegni presi con sé stessi e apportare eventuali correzioni o modifiche per eventuali imprevisti.

Per costruire il proprio futuro con delle solide basi, frutto di conoscenze teoriche ed esperienza sul campo, l’imprinting e l’attenzione che l’Italia ha sempre riservato all’assimilazione delle teorie può trasformarsi nel plusvalore che determina il successo. Le abilità acquisite, inoltre, potrebbero essere messe a frutto durante il periodo di stage proponendosi, per la fase dell’esperienza sul campo, a una multinazionale o, addirittura, a una filiale di un’azienda italiana che opera all’estero. L’opzione, così formulata, si trasformerebbe in un’imperdibile occasione per arricchire il proprio curriculum e influenzare il proprio percorso professionale.

International business management: cosa bisogna valutare?

Al momento della scelta, dunque, bisognerà valutare con attenzione le caratteristiche dell’offerta formativa. Studiare all’estero comporterà dei maggiori costi di viaggio e di soggiorno ma, se il master non è full time o resta del tempo per trovare qualche lavoretto part time, si potranno avere maggiori occasioni per imparare la lingua straniera. Conoscere una realtà anche molto differente dalla propria, immergendosi completamente all’interno di essa, può trasformarsi in un’esperienza formativa dalla quale mettere a frutto quanto imparato sul problem solving e in un arricchimento del proprio bagaglio socio–culturale.

La cosa veramente importante, però, dato l’investimento economico e il tempo dedicato al master, è l’offerta formativa proposta dall’ente gestore, il grado di soddisfazione percepito per il piano di studi, la percentuale di successo degli ex studenti e le opinioni di questi ultimi. Al termine del corso di alta formazione, grazie alle skill acquisite, sarà molto elevata la probabilità di essere scelti per un incarico di successo e con un compenso remunerativo.

È fondamentale, pertanto, valutare la quantità di lezioni frontali e le ore di stage, le aziende selezionate, l’eventuale presenza di simulazioni di gruppo, i projet work, il curriculum degli esperti, la possibilità di frequentare lezioni in lingua straniera, il supporto nella ricerca delle aziende per il tirocinio e dei colloqui di lavoro al termine del percorso formativo.

Elementi, quelli appena elencati, che determinano un arricchimento umano e professionale e che costituiscono le priorità degli MBA di BBS, la business school dell’Università di Bologna che offre 6 diverse specializzazioni in lingua inglese per studenti che vogliono tutti i vantaggi di un’esperienza all’estero pur rimanendo nel Bel Paese.